venerdì 7 agosto 2020

Norme anti Covid

Clicca qui per avere maggiori informazioni sulle norme, gli obblighi, le prescrizioni per accedere all'interno delle sale. 

from Cineteca di Bologna https://ift.tt/3fAhBtj
via Cinema Studi

The Hateful Eight: il film da vedere e commentare insieme sabato 8 agosto con SimulWatch

La visione condivisa di sabato 8 agosto organizzata dalla redazione di Comingsoon.it su SimulWatch, la nostra app disponibile gratuitamente su Google Play e App Store, è The Hateful Eight, il film del 2015 diretto da Quentin Tarantino con un ricco cast che comprende: Samuel L. Jackson, Kurt Russell, Jennifer Jason Leigh, Walton Goggins, Demián Bichir, Tim Roth, Michael Madsen, Channing Tatum e Bruce Dern. Candidato a tre Premi Oscar, ne vinse uno solo, quello della migliore colonna sonora, andato al leggendario Ennio Morricone.
L'appuntamento per vedere tutti insieme The Hateful Eight e commentarlo con amici attraverso la chat di SimulWatch è fissato per sabato 8 agosto alle 20.30.

Il film è ambientato qualche anno dopo la Guerra Civile Americana. Il cacciatore di taglie John Ruth, detto il boia, si dirige verso Red Rock con la sua priginiera Daisy Domergue, condannata all'impiccagione. Sulla loro strada incontrano il maggiore Marquis Warren, ex soldato, diventato anche lui cacciatore di taglie, e Chris Mannix, il nuovo sceriffo di Red Rock. Sorpresi da una tormenta di neve, trovano rifugio in una locanda in mezzo alle montagne, dove vengono accolti da quattro personaggi misteriosi. Mentre la tempesta imperversa, il rifugio diventa la scena di furberie e tradimenti. Uno degli otto personaggi, non è ciò che finge di essere e c'è da scommettere che non tutti riusciranno a lasciare la locanda di Minnie ancora vivi...

SimulWatch è la app creata da Coming Soon che è sia motore di ricerca di film all'interno di tutte le piattaforme di streaming legale operanti in Italia, sia una piattaforma attraverso la quale fissare appuntamenti condivisi per la visione di un film e commentarlo attraverso la chat interna con amici, parenti o perfino sconosciuti comodamente dal divano di casa vostra.
Il prossimo appuntamento con la visione condivisa SimulWatch sarà con: Profumo di donna.



from ComingSoon.it - Le notizie sui film e le star https://ift.tt/3a3Pwcs

via Cinema Studi - Lo studio del cinema è sul web

Tammy: curiosità e trama della commedia con Susan Sarandon nonna e Melissa McCarthy nipote

Tammy è una di quelle commedie in cui una protagonista pasticciona ma vivace, e capace di arrangiarsi, alla fine impara un’importante lezione di vita. E’ un film rocambolesco il debutto nella produzione e nella sceneggiatura di Melissa McCarthy, che abbiamo avuto il piacere di ammirare, in questi anni, nel Ghostbusters al femminile e in Copia originale. Accanto all'attrice e comica statunitense, diretta stavolta dal marito Ben Falcone, troviamo Susan Sarandon nei panni di un'arzilla vecchietta, Allison Janney, Kathy Bates, Sandra Oh, Mark Duplass e, in un piccolissimo ruolo, Dan Aykroyd. Uscito nel 2014, Tammy ha ottenuto un buon risultato al botteghino USA. La critica non lo ha apprezzato a dovere e sia la McCarthy che la Sarandon sono state candidate ai Razzie Award.s Il film però è divertente, è un feel-good movie e quindi mette di buon umore e ci insegna che, per trovare la felicità, non bisogna necessariamente essere alte, magre, fatali e sofisticate.

Tammy: la trama e il trailer

Tammy fa la cameriera in un fast-food e, dopo essersi presentata per l'ennesima volta tardi al lavoro (per aver investito un cervo), viene licenziata. Come se non bastasse, trova il marito in dolce compagnia della vicina e decide così di tornare dalla mamma. Il destino ha però in serbo per lei qualcosa di diverso da una sequela di giornate passate a lamentarsi in famiglia. La nonna di Tammy - una signora diabetica, alcolizzata e scatenata chiamata Pearl - decide infatti di partire con lei per andare a trovare una cugina e vedere le cascate del Niagara. Durante il viaggio ne succedono di tutti colori: Pearl fa sesso con un coetaneo il cui figlio si invaghisce di Tammy, Tammy fa una rapina, nonna e nipote finiscono in prigione, Tammy pilota una moto ad acqua. Fra le due donne non tutto fila liscio, ma la sincerità di entrambe sarà il principio di una nuova consapevolezza per ognuna di loro.

Tammy: qualche curiosità sul film

  • Tammy è ispirato a un sogno di Ben Falcone, che una notte ha sognato che la moglie Melissa McCarthy lavorava in un fast food e non aveva vita facile. Più tardi i due consorti hanno scritto i passaggi principali della trama su alcuni tovaglioli di carta prima di passare alla sceneggiatura.
  • Il personaggio di Susan Sarandon (Pearl) parte per il viaggio con la nipote Tammy con 6700 dollari in tasca, la stessa cifra che Thelma e Louise si erano potate dietro nella loro avventura on the road. Dal film di Ridley Scott Tammy prende in prestito anche il whisky che beve il personaggio di Susan Sarandon: il Wild Turkey.
  • In origine la regia di Tammy era stata offerta a Rob Reiner e a Tate Taylor, poi si era pensato alla regista televisiva Beth McCarthy-Miller.
  • Le caviglie del personaggio di Pearl, che soffre di diabete, non sono quelle di Susan Sarandon, che si è fatta applicare strati di grasso finto. L'attrice doveva camminare con lentezza e goffaggine, per questo, mentre recitava, aveva nelle scarpe dei grani di pepe.
  • La prima attrice scelta per il ruolo di Pearl è stata Shirley MacLaine, che all'epoca era impegnata con la quarta stagione di Downton Abbey. Poi si è pensato a Debbie Reynolds, che aveva interpretato un personaggio chiamato Tammy in Tammy fiore selvaggio, il primo di una serie di film con protagonista un'ingenua diciassettenne del Mississippi.
  • Melissa McCarthy e Mark Duplass si sono conosciuti quando erano entrambi ospiti della trasmissione Jimmy Kimmel Live nel febbraio del 2013. Si sono promessi che prima o poi avrebbero lavorato insieme e così, quando la McCarthy ha scritto il copione di Tammy, si è ricordata del collega e lo ha contattato.
  • Prima di fare coppia in Tammy, Susan Sarandon e Melissa McCarty avevano recitato insieme in un episodio della sitcom Mike e Molly. Le due attrici, che interpretano nonna e nipote, hanno solo 24 anni di differenza, e probabilmente è per questo che la Sarandon è stata notevolmente invecchiata. Allison Janney, che impersona la mamma di Tammy, ha solo 11 anni più della McCarthy. Un po’ poco, forse…
  • In Tammy recitano quattro premi Oscar: Susan Sarandon, che ha vinto per Dead Man Walking, Kathy Bates che ha trionfato grazie a Misery non deve morire, Nat Faxon, che si è aggiudicato la statuetta dorata per la sceneggiatura di Paradiso amaro e Allison Janney, premiata per Io, Tonya. Nel film troviamo anche tre candidati all'Academy Award: Toni Collette (Il sesto senso), Melissa McCarthy (Le amiche della sposa) e Dan Aykroyd (A spasso con Daisy).


from ComingSoon.it - Le notizie sui film e le star https://ift.tt/2EThEUa

via Cinema Studi - Lo studio del cinema è sul web

Benvenuto a bordo: cast, trama e curiosità della commedia crocieristica francese con Luisa Ranieri

Nostalgia delle commedie crocieristiche balneari, in questa estate in cui gli assembramenti per la nostra salute è meglio evitarli? Bene, potete rifarvi con il film del 2011 Benvenuto a bordo, che nonostante la presenza della nostra Luisa Ranieri e le atmosfere da film estivo italiano è invece francese, diretto da Eric Lavaine e interpretato nei ruoli principali da Valérie Lemercier, Franck Dubosc e Gérard Darmon.

La trama del film ruota intorno a Isabelle (Lemercier), direttrice delle risorse umane di una compagnia di crociere. Quando Jérôme Berthelot (Lionnel Astier), che è il suo capo e il suo amante, decide di lasciarla e licenziarla nello stesso giorno, pensa a una vendetta e per la crociera inaugurale ingaggia come animatore Rémy Pasquier (Dubosc), un disoccupato che si crede artista, capisce tutto alla lettera e ovviamente non sa niente del mestiere. In questo modo Isabelle spera di rovinare la crociera all'ex. E dal momento che sa che Jerome porterà anche la moglie, la donna compra un biglietto per il viaggio. Dopo i disastri iniziali, però, Rémy conquista l'equipaggio, inclusa la comandante Margherita Cavalieri (Ranieri).

Gli interpreti francesi di Benvenuto a bordo

Valérie Lemercier è una notissima attrice francese, anche regista, vincitrice di 2 premi César nel 1994 (per I visitatori) e nel 2007 (per Un po' per caso, un po' per desiderio). Ha esordito al cinema nel 1990 diretta da Louis Malle in Milou a maggio e ha ricoperto appunto il doppio ruolo di Frénégonde de Pouille e Béatrice de Montmirail nel grandissimo successo I visitatori. Il pubblico italiano la ricorda anche sicuramente per i due film della serie de Il piccolo Nicolas, tratti dai libri di René Goscinny, dove è la madre del protagonista e in Asterix & Obelix al servizio di Sua Maestà diretto dallo stesso regista, Laurent Tirard, dove appariva il marito di Luisa Ranieri, ovvero Luca Zingaretti. Valérie Lemercier è anche cantante e ha inciso numerosi dischi. Ha diretto 5 film di cui È arrivato nostro figlio, del 2013, uscito anche in Italia.

Un altro attore francese molto noto che appare in Benvenuto a bordo, nel ruolo di Richard Morena, è Gérard Darmon, comparso in Asterix & Obelix – Missione Cleopatra con Monica Bellucci. Nato nel 1948, anche lui è cantante ed è stato marito e padre dei due figli dell'attrice Mathilda May. A 25 anni è apparso nella celebre serie Arsenio Lupin, un cult anche in Italia, ed ha oltre un centinaio di titoli in curriculum tra film e serie tv, tra cui Betty Blue.

Rémy è interpretato da Franck Dubosc, che ha iniziato la carriera negli anni Ottanta, ottenendo anche un ruolo fisso in Coronation Street. Se sono pochi i suoi film conosciuti in Italia, in Francia ha ottenuto un grande successo con la trilogia di Camping. Nel 2018 ha diretto e interpretato il suo primo film da regista, Tutti in piedi, uscito anche da noi, dove c'è anche Gérard Darmon, a cui dà il tormento in Benvenuto a bordo.

Qualche curiosità su Benvenuto a bordo

  • Il film è stato girato – prima del disastro della Costa Concordia – a bordo della Costa Atlantica durante sei settimane. In pratica la crociera che vediamo sullo schermo è reale e vi hanno partecipato 150 membri di cast, troupe e comparse, assieme a 2000 clienti veri. Per organizzare riprese tanto complesse c'è voluto un anno di preparazione.
  • Voci non confermate dicono che Francesco Schettino, capitano della Costa Concordia, affondata sotto il suo comando, sia stato un consulente di Benvenuto a bordo,
  • Non poteva mancare un riferimento parodistico, che tutti gli spettatori coglieranno, a una celebre scena di Titanic di James Cameron. Meno noti da noi sono i film a cui ha partecipato Franck Dubosc, che vengono citati in Benvenuto a bordo: il primo Camping (2006) e Disco del 2008, dove ballava al ritmo di Can't Take My Eyes Off You di Frankie Valli (celebre anche per esser stata utilizzata nella festa del matrimonio in Il cacciatore di Michael Cimino).
  • Per Luisa Ranieri Benvenuto a bordo è il secondo film internazionale dopo Letters To Juliet, che però si svolgeva in Italia.
  • Come succede a volte nel cinema di tutto il mondo, sempre nel 2011 è uscita un'altra commedia francese con un soggetto molto simile, che si intitolava semplicemente La Croisiére.


from ComingSoon.it - Le notizie sui film e le star https://ift.tt/2XFh8jf

via Cinema Studi - Lo studio del cinema è sul web

Il circolo degli inganni, il thriller su un fatale scambio di coppia

Il circolo degli inganni (2019) è un thriller torbido incentrato su un fatale scambio di coppia che dà inizio a un tragico incubo: il film per la tv è diretto da Jessica Janos e interpretato da Dana Davis e Jesse Ruda. Concentriamoci sulla storia del film e scopriamo chi l'ha realizzato e interpretato.

Il circolo degli inganni, la trama del thriller

In Il circolo degli inganni, il matrimonio tra Lori (Dana Davis) e Grant (Jesse Ruda) è in crisi, dopo un aborto spontaneo e un menage sempre meno convinto. Decidono di cambiare aria, lasciando la città e trasferendosi in una zona periferica, vicini a due vecchi amici, Derek e Rachel, dalle abitudini un po' particolari. E' abbastanza evidente che il party privato a cui Lori e Grant sono subito invitati è un'occasione per scambi di coppia. Lori non è convinta, ma sente di non aver nulla da perdere, per cercare di salvare il suo legame con Grant. La donna ha allora un incontro sessuale con un seduttivo vicino di casa, Noah, che si rivela però presto ossessionato da lei: come se non bastasse, ci scappa il morto ed è Grant a essere accusato dell'omicidio. Non può essere stato lui...

Il circolo degl inganni, chi sono gli autori e gli attori del film tv

Di Il circolo degli inganni è regista Jessica Janos, un'autrice di cortometraggi con all'attivo un film per le sale, Appuntamento con la morte (2016), dove un'altra donna veniva presa di mira da uno psicopatico, questa volta rispondendo a un annuncio online. Ultimamente si è occupata della serie distopica Perfect Chaos, dove ha anche recitato.
La protagonista di Il circolo degli inganni è Dana Davis, classe 1978, piuttosto attiva in tv sin dai primi anni Duemila: cantante nel gruppo Necessity, è apparsa tra il 2004 e il 2005 nei cast corali di Nata per vincere e Coach Carter, per poi avere ruoli abbastanza regolari in serie come The Nine, Heroes e 10 cose che odio di te. Ultimamente ha scoperto una vocazione al doppiaggio di serie animate, avendo partecipato alle versioni originali di Marco e Star contro le forze del male, She-Ra e le Principesse Guerriere e Craig.



from ComingSoon.it - Le notizie sui film e le star https://ift.tt/31wbkts

via Cinema Studi - Lo studio del cinema è sul web

Lo Hobbit: tutta la trilogia di Peter Jackson in streaming su Amazon Prime Video

E' tempo di binge watching per i fan di Peter Jackson: è da oggi disponibile in streaming su Amazon Prime Video la trilogia dello Hobbit, composta da Lo Hobbit - Un viaggio inaspettato (2012), Lo Hobbit - La desolazione di Smaug (2013) e Lo Hobbit - La battaglia delle cinque armate (2014). I tre lungometraggi hanno ricevuto sette nomination agli Oscar e hanno incassato cumulativamente in tutto il mondo quasi tre miliardi di dollari. Le versioni presenti sul servizio sono quelle originali cinematografiche, non le estese pubblicate successivamente. La storia si basa sul romanzo omonimo di J. R. R. Tolkien, prequel alle vicende narrate nella trilogia del Signore degli Anelli.

Lo Hobbit - Un viaggio inaspettato

In Lo Hobbit - Un viaggio inaspettato, Bilbo Baggins (Martin Freeman) riceve la visita dello stregone Gandalf (Ian McKellen) e del nano Thorin Scudodiquercia (Richard Armitage), che vorrebbe reclamare il suo trono nel regno di Erebor, devastato da Smaug il drago. In qualità di scassinatore, assetato d'avventura, Bilbo si unisce alla compagnia, dove militano anche altri nani come Kili, Fili e Balin. Dopo alcuni incontri, con orchi famelici, con lo stregone Radagast il Bruno (che adombra il risveglio delle forze oscure) e col re elfico Elrond (Hugo Weaving), i nostri eroi vengono fatti prigionieri dai Goblin, mentre Bilbo incontra Gollum, ossessionato da un fantomatico "tesoro"...
Il film è divenuto celebre anche perché fu il primo blockbuster a sperimentare una ripresa a 48fps in luogo degli usuali 24fps, il che si tradusse in una sensibile maggiore fluidità dell'immagine, sperimentabile però soltanto in sala. Guarda Lo Hobbit - Un viaggio inaspettato su Amazon Prime Video

Lo Hobbit - La desolazione di Smaug

In Lo Hobbit - La desolazione di Smaug, mentre Gandalf e Radagast provano a scoprire chi sia il Negromante che sta risvegliando il male, la compagnia viene intrappolata da ragni giganteschi e salvata dagli Elfi Silvani comandati da Legolas (Orlando Bloom). Presto liberi anche dalla prigionia degli elfi (durante la quale nasce forse qualcosa tra Thorin e l'elfa Tauriel interpretata da Evangeline Lilly), gli eroi arrivano a Pontelagolungo, dove però il nocchiere Bard (Luke Evans) spera che l'erede al trono non sia aiutato: la cittadina ha già vissuto troppe volte la collera del drago Smaug, di cui facciamo più da vicino la conoscenza (la voce originale è di Benedict Cumberbatch). Guarda Lo Hobbit - La desolazione di Smaug su Amazon Prime Video

Lo Hobbit - La battaglia delle cinque armate

In Lo Hobbit – La battaglia delle cinque armate, i cinque eserciti che si scontrano sono i due degli orchi (da Dol Guldur e da Gundabad), quello degli elfi, quello degli esseri umani e infine quello dei nani, a guardia delle proprie ricchezze della Montagna Solitaria, bramate dai nemici. Thorin è intrattabile, ossessionato da una misteriosa Arkengemma che Bilbo, a sua insaputa, decide di usare come merce di scambio per far cessare l'assedio di umani ed elfi silvani, causando l'ira di Thorin nei suoi riguardi. Non senza molte vittime, il colossale scontro a Collecorvo riporterà una momentanea pace, con Bilbo pronto a ritirarsi dalle sue avventure... ignaro che, molto più tardi, Gandalf busserà ancora alla sua porta. Guarda Lo Hobbit - La battaglia delle cinque armate su Amazon Prime Video



from ComingSoon.it - Le notizie sui film e le star https://ift.tt/3fDWzdh

via Cinema Studi - Lo studio del cinema è sul web

Judas and The Black Messiah: Daniel Kaluuya e Lakeith Stanfield nel trailer del film sulle Pantere Nere

Ci sono storie che chiedono di essere raccontate e film che già dal trailer emanano un'energia straordinaria. Uno di questi, almeno a giudicare dalle prime immagini, è Judah and The Black Messiah (che l'anno scorso si intitolava invece Jesus Was My Homeboy), che riunisce due giovani attori, tra i migliori della loro generazione, visti insieme in Scappa – Get Out, ovvero l'inglese Daniel Kaluuya e l'americano Lakeith Stanfield. Se poi ci aggiungiamo anche l'ottimo Jesse Plemons, ecco che i motivi per vedere il film di Shaka King aumentano.

La storia, ispirata a fatti realmente accaduti, è ambientata nel 1968, quando un giovane e carismatico attivista, Fred Hampton (Kaluuya) diventa capo della sezione delle Pantere Nere nell'Illinois, in lotta contro la violenza della polizia nei confronti degli afroamericani. Ovviamente la sua battaglia finisce sotto indagine da parte del governo americano, e quando William O' Neil (Stanfield) si mette nei guai con la polizia, l'FBI gli offre l'immunità a patto che si infiltri nell'organizzazione delle Pantere Nere e dia informazioni su Hampton. O'Neal accetta e diventa un combattente all'interno del partito, ma vive nella paura di essere scoperto man mano che ottiene posizioni sempre più di rilievo al suo interno. La sua angoscia nasce anche dal cogliere la verità dell'appassionato messaggio del suo leader, di cui è costretto a essere il Giuda.

La sceneggiatura di Judah and The Black Messiah è scritta da Shaka King assieme a Will Berson mentre Ryan Coogler è il produttore. Nel cast c'è anche il grande Martin Sheen.



from ComingSoon.it - Le notizie sui film e le star https://ift.tt/2DEynu2

via Cinema Studi - Lo studio del cinema è sul web